La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Terza parte

Tavla Periodica SEO - Guida Posiizionamento SEO Siti Web - White & Stone Italia Milano
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Seconda parte
Luglio 14, 2016
Tavla Periodica SEO - Guida Posiizionamento SEO Siti Web - White & Stone Italia Milano
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Quarta parte
Luglio 31, 2016
Tavla Periodica SEO - Guida Posiizionamento SEO Siti Web - White & Stone Italia Milano

Tavla Periodica SEO - Guida Posiizionamento SEO Siti Web - White & Stone Italia Milano

Continuiamo la nostra avventura nel mondo del¬†SEO e del posizionamento dei siti web,¬†oggi parleremo di un altro gruppo di elememente presenti nella “Tavola periodica del SEO” , parleremo¬†dell’architettura del sito web.

Se hai perso le prime due parti della guida ecco i link, ti consiglio di leggerle cos√¨ da seguire l’ordine esatto degli elementi che vengono spiegati nella guida per l’indicizzazione di un sito internet:
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Prima parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Seconda parte

Detto questo possiamo continuare la guida e dare un senso a quelle sigle sugli elementi!

Ac: SITE CRAWLABILITY / POSSIBILITA’ DI SCANSIRE¬†DEL SITO

I motori di ricerca utilizzano gli spider (o crawler) per indicizzare tutti i siti web presenti in rete, cosa succede quando viene fatta la scansione del sito? Lo spider legge e memorizza tutte le pagina web del sito perch√© poi vengano utilizzate e proposte tra i risultati della ricerca. Ora, normalmente questo accade per tutti i siti web senza che vi siano problemi, ma a volte capita che per via di codice sbagliato o corrotto (es. Javascript o Flash) alcuni contenuti, alcune pagine o addirittura il sito stesso non venga indicizzato. E’ molto importante quindi che l’architettura del sito sia ben realizzata in modo da agevolare il lavoro dei crawler di scansione e verificare sempre che tutti i contenuti siano correttamente indicizzati.

Ad: ARCHITETTURA DUPLICATA

A volte capita che una pagina sia presente molteplici volte nell’indicizzazione, questo perch√© magari gli url cambiano leggermente ma il contenuto effettivo della pagina rimane sempre lo stesso. Ora √® buona norma andare a limitare queste situazioni perch√© genera confusione nell’indicizzazione e in alcuni casi la rimozione del sito o della pagina. Cercate sempre di creare dei redirect 301 per le pagine duplicate in modo che non vengano inserite due volte nell’indice del motori di ricerca. Questo pu√≤ capitare anche nel caso di un dominio che sia indicizzato con o senza il “www”, anche in questo caso si tratta fondamentalmente di due url differenti e entrambe portano alla stessa pagina quindi ha senso utilizzare anche in questo caso dei redirect in modo che solo un url sia presente e venga indicizzato.

Am: ARCHITETTURA MOBILE-FRIENDLY / RESPONSIVE

Eh gi√†! Avete letto bene! Google premia i siti che sono mobile friendly mettendoli in cima ai risultati di ricerca. Se prima potevamo decidere se avere un sito responsive o meno in base all’utenza che lo visitava oggi siamo praticamente obbligati ad avere un sito responsive, diversamente verremo comunque indicizzati ma non saremo mai tra i primi risultati dei motori di ricerca. Quindi se avete un sito che non √® mobile friendly √® assolutamente arrivato il momento di aggiornarlo se volete essere trovati da chi cerca i vostri servizi!

As: ARCHITECTURE VELOCITY /¬†VELOCITA’ DEL SITO

Google sa bene che siamo tutti di corsa e non ci fermiamo mai, si lo so che sembra uno spot pubblicitario ma vi assicuro che non lo √®! Siamo tutti di corsa davvero e Google premia con una spinta in pi√Ļ verso i primi risultati¬†di ricerca¬†i siti pi√Ļ veloci. Quindi velocizzate i vostri siti web e farete contenti sia i motori di ricerca che gli utenti che navigano il vostro sito!

 

Au: ARCHITECTURE URL / URL DESCRITTIVI

I vostri url sono descrittivi? Fanno gi√† capire di cosa parla il contenuto della pagina o del sito? Avere parole chiave all’interno del dominio o all’interno dell’url potr√† aiutarvi ad essere presenti tra i primi risultati dei motori di ricerca. Nel caso di un dominio √® un piccolo investimento di pochi Euro l’anno, nel caso degli url √® gratis! Quindi fate in modo che il dominio e/o l’url diano gi√† un’idea di massima di quello che andranno a leggere¬†gli utenti visitando la pagina. Anche in questo caso farete contenti sia chi visita il sito¬†sia i motori di ricerca!

Ah: ARCHITETTURA HTTPS

Che ci crediate o no Google vorrebbe che l’intero sito web sia https in modo da aumentare la sicurezza degli utenti, per questo motivo da una piccola spinta a quei siti che utilizzano l’https. Ovviamente questa da sola non garantisce la presenza nei primi risultati ma se avete rispettato tutti i punti precedenti allora l’https vi dar√† una spita in pi√Ļ!

Eccoci qui giunti alla fine della terza¬†parte, non siamo neanche a met√† strada ma¬†ad oggi abbiamo gi√† visto molti¬†fattori che possono gi√† migliorare notevolmente il tuo posizionamento su Google se vengono¬†sfruttati correttamente. Nella quarta¬†parte¬†vedremo insieme i fattori che riguardano l’HTML¬†della pagina.

Se hai perso le prime due parti della guida ecco i link, ti consiglio di leggerle cos√¨ da seguire l’ordine esatto degli elementi che vengono spiegati nella guida per l’indicizzazione di un sito internet:
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Prima parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Seconda parte

Translate ¬Ľ
Top