La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Ottava parte

Tavla Periodica SEO - Guida Posiizionamento SEO Siti Web - White & Stone Italia Milano
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Settima parte
settembre 13, 2016
Tavla Periodica SEO - Guida Posiizionamento SEO Siti Web - White & Stone Italia Milano
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Nona ed ultima parte
novembre 6, 2016
Tavla Periodica SEO - Guida Posiizionamento SEO Siti Web - White & Stone Italia Milano

Tavla Periodica SEO - Guida Posiizionamento SEO Siti Web - White & Stone Italia Milano

Ed eccoci qui! Continua la nostra avventura nel mondo del SEO e del posizionamento dei siti web, oggi parleremo di un altro gruppo di elementi presenti nella “Tavola periodica del SEO“, parleremo dei social e come questi influiscano positivamente o negativamente nel posizionamento del sito sui motori di ricerca.

Se hai perso le sette parti della guida ecco i link, ti consiglio di leggerle così da seguire l’ordine esatto degli elementi che vengono spiegati nella guida per l’indicizzazione di un sito internet:
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Prima parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Seconda parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Terza parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Quarta parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Quinta parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Sesta parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Settima parte

Come dicevamo nella sesta parte della guida i back link sono sempre stati un fattore molto determinante ai fini del posizionamento ma purtroppo con il tempo il loro valore è stato ridotto in quanto alcuni siti ne mettono pochi ed alcuni non inseriscono proprio i collegamenti, questo per evitare attività di SPAM sul proprio sito. Se consideriamo che in alcuni casi i link possono anche essere comprati e venduti allora è facile intuire il motivo per cui abbiamo perso un po’ di affidabilità che avevano in passato. Oggi, per ovviare a questo “abbassamento” di affidabilità sui back link è stato introdotto un nuovo fattore che riguarda proprio i social media. Premesso questo continuiamo la nostra la guida per dare un senso a quelle sigle presenti nella colonna “Personal” della “Tavola periodica del SEO” e cercare di capire come vengono “valutati” i social ai fini dell’indicizzazione del sito!

Sr: SOCIAL REPUTATION / REPUTAZIONE SOCIALE

Proprio come i back link non vengono valutati tutti nello stesso modo lo stesso discorso vale per i profili social di chi condivide informazioni da / sul nostro sito. Nessuno ci può impedire infatti di creare 100 account social diversi per generare 100 condivisioni false ma questo comportamento viene notato dai motori di ricerca e verranno considerati valide solo le condivisioni effettuate da account veramente esistenti. Non è difficile infatti capire se le condivisioni sono vere o sono opera di qualche trucco, ad esempio un account falso non avrà molti amici, non avrà pubblicazioni personali continue sulla bacheca, avrà solo una miriade di condivisioni di siti esterni. E come lo capiamo noi lo stesso vale per i motori di ricerca che man mano che gli anni passano diventano sempre più intelligenti a filtrare i contenuti non validi. Come dicevamo nella scorsa parte dobbiamo fare in modo che gli utenti interagiscano con il nostro sito!

Ss: SOCIAL SHARES / AZIONI SOCIALI

Anche in questo caso, come nei link, avere condivisioni sociali di qualità è un fattore determinate ma se il nostro contenuto venisse condiviso anche tra amici sarebbe ancora meglio. Mi spiego, facciamo finta io sia un utente che sta visitando questo sito, condivido il link a questa guida sul mio profilo Facebook perché la ritengo interessante, un mio amico vede la mia condivisione e, poiché la ritiene interessante anche lui la condivide a sua volta con i suoi amici, i suoi amici fanno lo stesso e così via. È facile intuire che questa serie di condivisioni saranno viste di buon occhio da parte dei motori di ricerca e che quindi riterranno il sito in questione interessante ai fini del posizionamento e attenzione, il proprietario del sito non ha fatto nulla se non condividere qualcosa che sia interessante e di conseguenza è diventato virale. Torniamo quindi ad uno dei fattori iniziali di questa guida: i contenuti devono essere sempre e solo di qualità!
Un’altra cosa che purtroppo anche oggi vedo sempre più spesso è che non tutti i siti web hanno dei profili social, sento ancora persone dire che a loro i social non servono o che non vogliono avere i profili. Vi faccio una domanda: ma secondo voi alla Coca Cola serve avere il profilo social per vendere di più? Se non ci fosse venderebbero lo stesso la loro bevanda e allora perché sono presenti se effettivamente non serve a vendere? Perché essere presenti è anche una questione di marchio, vuoi fare conoscere la tua azienda? Devi essere presente sui social, senza se o ma, nel 2016 è fondamentale. Quindi create un account Facebook, Twitter, LinkedIn, Google+, tutti quelli che volete e fatevi conoscere fate che le persone parlino di voi. Questo è il vero segreto per costruire una reputazione sul web.

 

Ed anche oggi siamo alla fine dell’ottava parte, nella prossima ed ultima parte della guida vedremo insieme i fattori che riguardano le violazioni, cioè tutti quei fattori che influiscono negativamente sul posizionamento del sito sui motori di ricerca.

Se hai perso le prime sette parti della guida ecco i link, ti consiglio di leggerle così da seguire l’ordine esatto degli elementi che vengono spiegati nella guida per l’indicizzazione di un sito internet:
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Prima parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Seconda parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Terza parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Quarta parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Quinta parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Sesta parte
La guida SEO per l’indicizzazione del sito web – Settima parte

Top